Segretariato generale

Rapporto annuale 2014

Conclusione del progetto pilota

Con il rapporto annuale 2014, il CSDU illustra per l’ultima volta, prima della conclusione del progetto pilota, le sue attività. Per il direttore Walter Kälin questo è un motivo sufficiente per passare in rassegna le aspettative riposte nel progetto pilota e stilare un bilancio di quali di esse, e in quale misura, siano state soddisfatte nei quattro anni trascorsi. Eugen David, presidente del Comitato consultivo, espone nel corso di un’intervista le proprie valutazioni sul CSDU. Le numerose attività svolte dal 2011 al 2014 sono riassunte in una pagina doppia, in parole, cifre e grafici. Un articolo getta inoltre lo sguardo oltre confine alle diverse istituzioni nazionali per i diritti umani esistenti in Europa e spiega perché il CSDU non soddisfa i requisiti per operare come istituzione indipendente in questo settore.

Lavoro pratico a favore dei diritti umani

Il rapporto annuale illustra ancora una volta alcune attività pratiche selezionate svolte dal CSDU nel 2014: il CSDU ha per esempio esaminato fino a che punto l’orientamento sessuale e l’identità di genere sono temi integrati a livello istituzionale e se in Svizzera le persone gay, lesbiche, bisessuali, transessuali e intersessuali possono contare su consigli ufficiali e su un sostegno da parte delle autorità. Inoltre, ha elaborato in collaborazione con l’Alta scuola pedagogica di Lucerna una guida che mostra l’importanza dei diritti umani nel settore dell’aiuto sociale e offre aiuto pratico agli operatori sociali.

Come di consueto, anche questo rapporto annuale contiene una panoramica del materiale pubblicato e delle manifestazioni organizzate nell’anno in rassegna e spiega come è organizzato e finanziato il CSDU.

Esemplari cartacei del rapporto annuale possono essere ordinati gratuitamente al Segretariato generale all’indirizzo: skmr at skmr dot unibe dot ch.

31.03.2015